Il comportamento degli elefanti è cambiato
Il comportamento degli elefanti è cambiato … e non in meglio purtroppo.

A causa del bracconaggio e dei conflitti con gli umani, troppi elefanti sono diffidenti verso gli esseri umani e apertamente ostili verso di loro. Se ci vedono avvicinarci non continuano più a foraggiarsi tranquillamente o a camminare con noncuranza. Al contrario, questi animali abusati attaccano, e molto più prontamente quando ci sono piccoli nel loro branco da proteggere.

10

MAGGIO 2020

Conflitto
Uomo
Animale

Elefanti in Amboseli National Park.

Foto di Sara Gastaldi

Alcuni ricercatori hanno scoperto che riconoscono perfino certe voci (linguaggi e accenti). Sono più aggressivi nei confronti dei bracconieri, riconoscendoli proprio dal loro accento e dall’intonazione della voce.

Ma gli elefanti che risiedono nelle aree protette mostrano più tolleranza nei confronti delle persone rispetto agli elefanti che vivino in aree non protette.

Per vedere gli elefanti africani nella loro vera natura gentile, tollerante e altruista, bisogna andarli a trovare in aree sicure e protette. I più calmi sono quelli che non hanno avuto a che fare con la crudeltà umana. Di questi tempi è qualcosa di raro, ma ce ne sono e ci mostreranno quanto sono meravigliosi quando non c’è un “elemento di minaccia”.

Tramonto al Masai Mara

Foto di Sara Gastaldi

Alcuni ci impiegano un po’, perchè trovano l’area sicura troppo tardi, ma fortunatamante la loro brillante intelligenza li rende consci del fatto che ci sono anche essere umani buoni. I piccoli che nasceranno nelle aree protette, anche se ormai sempre più rare nel continente africano, si comporteranno come gli elefanti dovrebbero fare, pacifici e a loro agio nel loro ambiente.

BLOG

Vuoi vedere altri articoli del nostro blog?

Scrivici il tuo commento
Share This